Pagina:  

Centri Culturali Cattolici

Presentazione

Indietro

Il Pontificio Consiglio della Cultura è lieto di presentare - grazie al sostegno del Coordinamento delle Accademie Cattoliche di Germania - la Banca dei Dati, che ha lo scopo di favorire una comunicazione più intensa e una collaborazione più efficace tra i Centri Culturali Cattolici. Questa edizione, aggiornata e sostanzialmente ampliata, attesta la ricca realtà dei Centri Culturali Cattolici, a livello di denominazioni, di orientamenti, di tematiche trattate e di attività svolte. Dunque, dietro la generica denominazione di “Centro Culturale Cattolico” si celano realtà estremamente diversificate, caratterizzate da molteplici attività ed interessi, rispondenti, il più delle volte, ad esigenze e richieste di carattere locale, in sintonia con le tradizioni culturali e sociali di ciascun luogo.

Nella loro diversità non mancano i denominatori comuni: i Centri Culturali Cattolici, infatti, hanno sempre, come finalità essenziale, quella di mettere in rapporto la fede cristiana con le culture del nostro tempo e con tutti i fenomeni connessi, un rapporto sviluppato tramite il dialogo, la ricerca scientifica, le belle arti, la formazione, la promozione di una cultura ispirata, fecondata, vivificata e resa dinamica dalla fede in Cristo.

I Centri Culturali Cattolici sono dei forum pubblici, luoghi d’incontro e di riflessione, di studio e di informazione, di scambio di idee e di approfondimento fra fede e culture. Essi offrono ai cattolici, come ad ogni persona interessata ad un incontro culturale, occasioni di contatto e scambio proficui sul mondo e la storia, la religione e l’arte, la cultura e la scienza, e aiutano a discernere i valori capaci di illuminare l’esistenza e di dare senso alla vita (cfr. Ecclesia in Africa, 103).

Le schede segnaletiche, da compilare e spedire al Pontificio Consiglio della Cultura, consentiranno di inserirvi nuovi Centri, in vista di un ulteriore aggiornamento della presente Banca dei Dati. Sono altrettanto gradite tutte le segnalazioni concrete: eventuali cambiamenti di indirizzo – soprattutto numeri di telefono e fax, indirizzi e-mail e pagina web.

Così ampliata, quest’opera di consultazione e di riferimento potrà meglio favorire il coordinamento e la cooperazione, l’influsso e la fecondità dei Centri Culturali Cattolici in tutto il mondo, per promuovere ed animare un dialogo sempre più proficuo tra la fede e le culture.